WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
EPA 2017
American Psychiatric annual meeting

Associazione tra depressione e diabete mellito di tipo 2 nelle donne


Anche se è stato ipotizzato che il rapporto tra depressione e diabete mellito sia bidirezionale, pochi studi hanno affrontato questa ipotesi in un contesto prospettico.

È stata svolta una sperimentazione su 65.381 donne tra i 50 ed i 75 anni, osservate tra il 1996 e il 2006.

La depressione clinica è stata definita come depressione diagnosticata o in base all’uso di antidepressivi; l’umore depresso è stato definito come depressione clinica o sintomi depressivi gravi, vale a dire un punteggio di 52 o meno al Mental Health Index a 5 punti ( MHI-5 ).
Il diabete mellito di tipo 2 auto-riportato è stato confermato per mezzo di un secondo questionario validato dalla revisione delle cartelle cliniche.

Durante i 10 anni di follow-up ( 531.097 persone-anno ), sono stati documentati 2.844 casi incidenti di diabete mellito di tipo 2.
Rispetto ai casi di riferimento che hanno avuto i migliori punteggi nei sintomi depressivi ( con punteggio MHI-5 di 86-100 ), i partecipanti con aumentata gravità dei sintomi ( punteggio MHI-5 di 76-85 e 53-75, o umore depresso ) hanno mostrato un elevato rischio di sviluppare diabete di tipo 2 ( p per trend=0.002 nel modello multivariato aggiustato ).

Il rischio relativo per gli individui con umore depresso è stato 1.17 dopo aggiustamento per diverse covariate, ed i partecipanti che utilizzavano antidepressivi avevano in particolare un più alto rischio relativo ( 1.25 ).

In un’analisi parallela, sono stati documentati 7.415 casi di depressione clinica incidente ( 474.722 persone-anno ). Rispetto ai non diabetici, i soggetti con diabete presentavano un rischio relativo di sviluppare depressione clinica dopo controllo per tutte le covariate di 1.29, mentre nei soggetti diabetici che non facevano uso di farmaci, che utilizzavano ipoglicemizzanti orali e che si avvalevano della terapia insulinica, il rischio relativo è stato rispettivamente di 1.25, 1.24, e 1.53. Queste associazioni sono rimaste significative dopo aggiustamento per le comorbidità associate al diabete.

In conclusione, i risultati hanno fornito una prova convincente che l'associazione tra diabete e depressione è bidirezionale. ( Xagena2010 )

Pan A et al, Arch Intern Med 2010; 170: 1884-1891


Psyche2010 Endo2010


Indietro