American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
Reumatologia

Disturbi depressivi: l’uso per lungo periodo degli antidepressivi associato a rischio di diabete mellito


L’uso dei farmaci antidepressivi è stato collegato a un considerevole aumento di peso.

Un gruppo di Ricercatori del Bremen Institute for Prevention Research and Social Medicine, in Germania, ha condotto uno studio per valutare il rischio di diabete mellito associato al trattamento con gli antidepressivi e per esaminare se questo rischio fosse influenzato dalla durata del trattamento o dalla dose giornaliera.

È stato condotto uno studio caso-controllo all’interno di una coorte di 165.958 pazienti affetti da depressione che avevano ricevuto almeno una nuova prescrizione per antidepressivo nel periodo compreso tra il 1990 e il 2005.

I dati provenivano dal UK General Practice Research Database.

I pazienti avevano almeno 30 anni e nessuna diagnosi di diabete al momento dell’ingresso nella coorte di studio.

In totale sono stati identificati 2.243 casi di diabete mellito incidente e 8.963 soggetti di controllo.

Rispetto all’assenza di trattamento con antidepressivi negli ultimi 2 anni, l’uso recente a lungo termine ( maggiore di 24 mesi ) di questi farmaci in dosi giornaliere da moderate ad alte è risultato associato a un aumento del rischio di diabete ( incidence rate ratio=1.84 ).

L’entità del rischio è risultata simile per l’uso a lungo termine di dosi da moderate ad alte di antidepressivi triciclici ( incidence rate ratio=1.77 ) e inibitori selettivi del riassorbimento della serotonina ( incidence rate ratio=2.06 ).

Il trattamento per periodi più brevi o con dosi giornaliere più basse non è risultato associato a un aumento del rischio.

In conclusione, l’uso a lungo termine di farmaci antidepressivi a partire da dosi giornaliere moderate è risultato associato a un aumento del rischio di diabete.
Questa associazione è stata osservata sia per gli antidepressivi triciclici, sia per gli inibitori del riassorbimento della serotonina ( SSRI ). ( Xagena2009 )

Andersohn F et al, Am J Psychiatry 2009; 166: 591-598


Psyche2009 Farma2009 Endo2009


Indietro