WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
EPA 2017
American Psychiatric annual meeting
Xagena Mappa

Pazienti con disturbo depressivo maggiore ben trattato che sperimentano disfunzione sessuale indotta da farmaci SSRI: effetto della Vortioxetina rispetto a Escitalopram sul funzionamento sessuale


La disfunzione sessuale è comune con gli antidepressivi serotoninergici, inclusi gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI ) e gli inibitori della ricaptazione della serotonina-noradrenalina ( SNRI ), e non si risolve nella maggior parte dei pazienti.
La Vortioxetina ( Brintellix, Trintellix ), un antidepressivo con un meccanismo d'azione multimodale, ha mostrato bassi tassi di disfunzione sessuale in precedenti studi sul disturbo depressivo maggiore ( MDD ).

Uno studio ha confrontato gli effetti della Vortioxetina e di Escitalopram sul funzionamento sessuale negli adulti con disturbo depressivo maggiore ben trattato che sperimentano disfunzione sessuale emergente dal trattamento ( TESD ).

I partecipanti trattati con Citalopram, Paroxetina o Sertralina sono stati randomizzati a passare a Vortioxetina ( 10/20 mg; n = 225 ) oppure a Escitalopram ( 10/20 mg; n = 222 ) per 8 settimane.

La funzione sessuale è stata presa in esame mediante la scala CSFQ-14 ( Changes in Sexual Functioning Questionnaire Short Form ), e l'efficacia antidepressiva è stata valutata utilizzando la scala MADRS ( Montgomery-Åsberg Depression Rating Scale ), la scala CGI ( Clinical Global Impressions ) e la scala POMS-brief ( Profile of Mood States brief form ).

L'endpoint primario era il cambiamento rispetto al basale nel punteggio totale CSFQ-14 dopo 8 settimane di trattamento. Le scale MADRS, CGI e POMS-brief sono state utilizzate per valutare l'efficacia antidepressiva.
La sicurezza è stata esaminata mediante eventi avversi, segni vitali, elettrocardiogrammi, valori di laboratorio, peso corporeo e risultati dell'esame obiettivo.

La Vortioxetina ha mostrato miglioramenti significativamente maggiori nel punteggio totale CSFQ-14 ( 8.8 ± 0.64, errore medio ± standard ) rispetto a Escitalopram ( 6.6 ± 0.64; P = 0.013 ).

I benefici rispetto a Escitalopram erano significativi su quattro delle cinque dimensioni, e tutte e tre le fasi di funzionamento sessuale valutate mediante la scala CSFQ-14 ( P inferiore a 0.05 ).

L'efficacia degli antidepressivi è proseguita in entrambi i gruppi, con miglioramenti simili ma lievi nei punteggi alle scale MADRS e CGI.

La Vortioxetina ed Escitalopram hanno mostrato profili di efficacia clinica simili in questo studio, con profili di sicurezza simili a precedenti studi.

La nausea ( n = 9, 4.0% ) è stato il più comune evento avverso associato al trattamento che ha portato alla sospensione del trattamento con Vortioxetina.

In conclusione, il passaggio alla terapia antidepressiva con Vortioxetina può essere utile per i pazienti che manifestano disfunzione sessuale durante la terapia antidepressiva con inibitori SSRI. ( Xagena2015 )

Jacobsen PLJ et ai, Sex Med 2015; 12: 2036-2048

Psyche2015 Uro2015 Farma2015


Indietro